Bruno Martinuzzi nasce a Turriaco (Go) nel 1946. Fin da giovane nutre una decisa passione nell’esprimersi attraverso il disegno e la lavorazione dei metalli.

Emigrato a Milano, continua a coltivare la sua attitudine intraprendendo varie esperienze lavorative, dove nel ’65 incontra Fausto Melotti, diventando così suo allievo.

Da qui ha inizio un rapporto di collaborazione che dura fino al 1977, anno in cui decide di trasferirsi nella provincia di Rovigo, dove tutt’ora si dedica alla realizzazione delle proprie opere.

La sua arte in continua evoluzione lo porta a sperimentare negli anni l’uso di diversi materiali per la realizzazione delle proprie sculture tra cui legno (la Venere Nera, 1970), gesso (Conscio Subconscio), plexiglass (la Sfera,1970) e piombo fusione (le Forche,1968).

In particolar modo dedica attenzione al dualismo ottone – acciaio: Gioco Ellittico (1968), l’Attraverso (1968), Direzione II° (1981) e il Santo (2000), arte o scultura astratta basata sul concetto del negativo/positivo in vari giochi di forme.

Mobirise Website Builder

© Copyright 2023 Bruno Martinuzzi - All Rights Reserved

HTML Website Creator